25 marzo 2020

BULGARIA Misure e provvedimenti fiscali a seguito dell’emergenza COVID-19

In data 20 Marzo 2020 il Parlamento della Repubblica di Bulgaria ha votato in seconda lettura i provvedimenti in materia fiscale a seguito dell’emergenza COVID – 19. 

Di seguito gli aspetti più rilevanti: 

  • Proroga del termine per il pagamento dell’imposta sul reddito annuale delle società, della dichiarazione dei redditi annuale dal 31 marzo 2020 al 30 giugno 2020.
  • Nuova scadenza al 30 giugno 2020 invece che al 31 marzo 2020 per il pagamento e la dichiarazione delle imposte sulle spese.
  • Le persone giuridiche tenute a pagare anticipatamente l’imposta sul reddito annuale dovranno presentare all'Agenzia nazionale delle entrate una dichiarazione per l'utile fiscale stimato per il 2020. Il termine per la presentazione di questa dichiarazione sarà il 15 aprile 2020 e verrà utilizzato per determinare l'importo dell'anticipo dell’imposta sul reddito annuale previsto per l’esercizio 2020; questo requisito non sarà applicato alle persone giuridiche che hanno presentato le proprie “tax return” prima del 15 aprile 2020.
  • Proroga del termine per il pagamento col 5% di sconto sull’importo annuale totale dovuto in merito alle imposte sugli immobili e sui veicoli dal 30 aprile 2020 al 30 giugno 2020.
  • La scadenza per la presentazione delle dichiarazioni dei redditi annuali delle persone fisiche commercianti, ai sensi della legge sulle attività commerciali e agricole, sarà estesa al 30 giugno 2020 (invece che al 30 aprile 2020).

AGGIORNAMENTO DEL 24/03/2020

COVID - 19 - Alcuni chiarimenti sulle misure fiscali adottate
In data 24 marzo 2020 l'Agenzia delle Entrate bulgara ha pubblicato sul proprio sito alcuni aggiornamenti  in merito alle misure fiscali appena promulgate sulla Gazzetta ufficiale, di seguito alcune precisazioni:
  • Nessuna proroga è stata deliberata in merito alle scadenze per l'invio delle dichiarazioni IVA e relativi adempimenti; medesima situazione riguardo le scadenze relative al pagamento dei contributi sociali.
  • Qualora il soggetto passivo d'imposta abbia già provveduto alla presentazione della propria dichiarazione annuale sull'utile (CIT), ma non abbia ancora provveduto al pagamento della stessa, la scadenza per tale pagamento sarà prorogata al 30 giugno 2020.

AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE 31/03/2020 – Decreto 60/40

  • Il Decreto 60/40, da diversi giorni sul tavolo del governo, è entrato in vigore a supporto delle imprese. Il budget totale stimato oscilla tra 1 e 1.5 miliardi di leva. Il decreto riguarda misure per il supporto alle aziende per il pagamento degli stipendi da lavoro dipendente. Per un periodo massimo non superiore a tre mesi, lo Stato si prenderà carico del 60% del salario lordo dei dipendenti, l’azienda del restante 40%.

Le categorie di aziende che possono usufruire di tale agevolazione sono elencate sul decreto pubblicato. Qualora le aziende non dovessero adempiere nei tempi e nei modi stabiliti al pagamento della propria quota di salario, perderanno il diritto all’agevolazione; altresì non potranno licenziare il dipendente nel periodo di copertura statale, pena la restituzione piena dei finanziamenti statali ricevuti.

Le categorie di aziende non incluse nel decreto e pertanto non aventi diritto alla suddetta agevolazione, potranno tuttavia ottenere il diritto ad usufruire del “decreto 60/40” a seguito di un comprovato calo del fatturato pari ad almeno il 20% a partire dal mese di marzo 2020. Tale perdita dovrà essere dimostrata per mezzo di presentazione di report finanziari rapportati al medesimo periodo di riferimento dell’anno precedente (marzo 2019). Tutte le richieste saranno verificate dall’Agenzia Nazionale delle Entrate e dall’Ispettorato Generale del Lavoro.

Le richieste devono essere presentate online attraverso il format preposto sul sito internet del Ministero del Lavoro, la pratica ha una durata di circa sette giorni e il primo finanziamento sarà elargito entro cinque giorni a partire dalla data di approvazione

VIA LIBERA DELLA CE ALLA MISURA 60/40 A SUPPORTO DELLE IMPRESE BULGARE

In data 15 aprile 2020 la Commissione Europea ha approvato la manovra del governo bulgaro a supporto dell’occupazione nelle imprese bulgare maggiormente colpite dall’emergenza Covid – 19.

Lo schema prevede uno stanziamento pari a 1,5 miliardi di leva, ovvero circa 770 milioni di euro. Lo stato contribuirà per il 60% del salario lordo per un periodo massimo di mesi tre a favore dei dipendenti delle aziende aventi diritto alla cosiddetta “misura 60/40”.

Secondo quanto riferito dal NOI (istituto di previdenza sociale bulgaro) ad oggi hanno già potuto usufruire di tali agevolazioni quasi settanta imprese richiedenti per un’elargizione pari a circa 275'000 leva.

PIANO DI SUPPORTO AGLI INDIVIDUI DISOCCUPATI A CAUSA DELL’EMERGENZA COVID – 19

Grazie allo stanziamento di 200 milioni di leva da parte della Banca per lo Sviluppo bulgaro (BBR), il governo ha approvato un piano a favore degli individui disoccupati a causa dell’emergenza.

Potranno essere erogati prestiti fino ad un massimo di 4'500 leva (riscuotibile in un’unica tranche o in tre tranche da 1'500 leva ciascuna) per un periodo massimo pari a cinque anni; non sarà applicato alcun interesse al prestito qualora questo sarà restituito entro il periodo.

Potranno richiedere il prestito i lavoratori che hanno svolto lavoro dipendente negli ultimi sei mesi precedenti al congedo non retribuito a causa della pandemia e che non abbiano altri rapporti di lavoro subordinato in essere; i lavoratori autonomi che dimostrino un calo del fatturato nel primo trimestre 2020 pari ad almeno il 20% rispetto al medesimo trimestre dell’esercizio precedente.

Le domande per accedere al prestito devono essere presentate entro il 31 dicembre 2020.

 

Per informazioni e richiesta di supporto potete contattare i nostri esperti:

Petya Zheleva   p.@zheleva@diacrongroup.com

Stefano Maldarizzi   s.maldarizzi@diacrongroup.com

BULGARIA - Provvedimenti Fiscali Emergenza Covid-19

BULGARIA - Provvedimenti Fiscali Emergenza Covid-19

In considerazione dell’impatto economico della pandemia di COVID-19 il Governo bulgaro ha adottato misure di sostegno per individui ed aziende. Il 31/03 a queste misure si e’ aggiunto il decreto 60/40 a sostegno delle imprese.