14 aprile 2020

Emergenza CoViD-19: Misure nazionali a sostegno dell’internazionalizzazione del Sistema Paese

Il Decreto Cura Italia (DL 18/2020) e il Decreto Liquidità (DL 23/2020) stanziano ingenti risorse a sostegno delle imprese italiane che si trovano a fronteggiare l’emergenza sanitaria con l’obiettivo di reperire rapidamente liquidità e finanziamenti necessari a garantire continuità alle attività economiche, concedendo cofinanziamenti a fondo perduto e promuovendo finanziamenti a sostegno dell’internazionalizzazione grazie a un sistema di coassicurazione SACE/Stato.

Il Decreto Cura Italia, entrato in vigore il 17 marzo, prevede una serie di interventi per sostenere l’internazionalizzazione delle imprese italiane e sviluppare le attività degli operatori all’estero, tra cui misure per il credito all’esportazione e una concessione di cofinanziamenti a fondo perduto, così detto Fondo per la Promozione Integrata (art. 72), con una dotazione iniziale di 150 milioni di euro per l’anno 2020 per i contratti di rete, a cui si aggiungono ulteriori 400 milioni di euro per i contratti di sviluppo (art. 80).

Il Decreto Liquidità, entrato in vigore il 9 aprile, ha inoltre stanziato 200 miliardi di euro di garanzie statali sui prestiti bancari attraverso SACE S.p.A., per sostenere i finanziamenti in favore delle attività economiche che hanno subito danni a causa dell’emergenza sanitaria, allo scopo di fronteggiare le carenze di liquidità immediata e il riavvio della piena operatività economica. Sono state liberate ulteriori risorse per potenziare il sostegno all’esportazione del made in Italy, l’internazionalizzazione e gli investimenti delle aziende fino ad un massimo di ulteriori 200 miliardi di euro, secondo un sistema di coassicurazione sui rischi non di mercato ai sensi della normativa UE, assunti dallo Stato per il 90% e da SACE S.p.A. per il restante 10%. E’ stato inoltre previsto un Fondo di Garanzia PMI, a titolo gratuito fino al 31 dicembre 2020, fino a un massimo garantito di 5 milioni di euro e senza valutazione del Fondo. La garanzia è incrementata al 90% tramite lo Stato per il 25% del fatturato 2019 o, se maggiore, il doppio dei costi del personale. Per richiedenti con fatturato inferiore a 3.2 milioni di euro, la garanzia è fino al 100% (90% di garanzia dello Stato e 10% di Confidi) fino a un massimo di 800.000 euro. I prestiti fino a 25mila euro, per microimprese e partite Iva, sono concessi senza alcuna valutazione bancaria o del Fondo.

Decreto Cura Italia consultabile qui
Decreto Liquidità consultabile qui

Diacron Group, fondato nel 1995, assiste i propri clienti nei loro progetti di espansione sui mercati esteri, offrendo servizi di consulenza contabile, fiscale e societaria. Oggi conta nel mondo 10 uffici e un team globale di oltre 100 professionisti.

Diacron può supportare le aziende clienti nella richiesta dei finanziamenti allocati a supporto dell’internazionalizzazione del Sistema Paese e nella pianificazione delle strategie di ingresso nei nuovi mercati, nonché assisterli nella richiesta dei cofinanziamenti a fondo perduto previsti dal Decreto Cura Italia:

➢ Assistenza nella preparazione della domanda per la richiesta dei contributi per l'acquisizione di servizi relativi allo svolgimento di una missione economica o un progetto di insediamento all'estero
➢ Assistenza nella preparazione della documentazione e rendicontazione richieste dal bando per la concessione dei fondi
➢ Controllo dei requisiti previsti dal bando al momento della presentazione della domanda
➢ Analisi e studi di fattibilità su progetti di insediamento nei Paesi coperti da Diacron e preparazione del Business Plan

Per maggiori informazioni o per assistenza nella richiesta dei finanziamenti nelle varie forme e a sostegno dell’internazionalizzazione, contatta i tuoi consulenti Diacron.

 

Emergenza CoViD-19: Misure nazionali a supporto dell’internazionalizzazione del Sistema Paese

Emergenza CoViD-19: Misure nazionali a supporto dell’internazionalizzazione del Sistema Paese

Il Decreto Cura Italia (DL 18/2020) e il Decreto Liquidità (DL 23/2020) stanziano ingenti risorse a sostegno delle imprese italiane che si trovano a fronteggiare l’emergenza sanitaria con l’obiettivo di reperire rapidamente liquidità e finanziamenti necessari a garantire continuità alle attività economiche, concedendo cofinanziamenti a fondo perduto e promuovendo finanziamenti a sostegno dell’internazionalizzazione grazie a un sistema di coassicurazione SACE/Stato.