10 settembre 2019

Emirati Arabi Uniti: novità sul fronte degli investimenti esteri

Emirati Arabi Uniti: novità sul fronte degli investimenti esteri, ora anche le imprese straniere potranno possedere fino al 100% delle società con sede negli Emirati.


Risale al 23 settembre 2018 la promulgazione della nuova legge federale sugli investimenti diretti esteri (Federal Law 19/2018) parte di un piano di riforme economiche per attrarre nuovi investitori esteri e rilanciare l’economia degli Emirati Arabi Uniti.

Due i punti nevralgici del programma: la possibilità per le imprese straniere di detenere fino al 100% delle quote di società con sede negli Emirati al di fuori delle Zone Franche e permessi di soggiorno a lungo termine per gli stranieri.

Lo scorso 2 luglio, terminando mesi di speculazioni, il Primo Ministro Sceicco Mohammed Bin Rashid Al Maktoum ha annunciato la pubblicazione di una lista “positiva” di 122 attività economiche in 13 diversi settori aperti ad investimenti esteri a proprietà maggioritaria tra cui quello dell'agricoltura, dell'industria manifatturiera, delle energie rinnovabili, del commercio elettronico, dei trasporti, dell'arte, dell'edilizia e dell'intrattenimento.
Il governo federale lascerà ai singoli emirati la decisione sulla percentuale di proprietà in ciascuna attività in base alle singole circostanze e gli specifici progetti.

Se finora ai partner stranieri era consentito di detenere non più del 49% delle quote di una società, a meno che l’azienda in cui investivano non avesse la propria sede legale nelle cosiddette Zone Franche (zone economiche a statuto speciale con determinate restrizioni e caratteristiche), adesso si aprono altri potenziali scenari per chi vuole investire negli Emirati.

Ma, nonostante l’apertura a maggiori investimenti da parte di aziende straniere, permangono alcuni requisiti aggiuntivi come requisiti patrimoniali minimi per alcune attività, obblighi per l'impiego di tecnologia avanzata su altre attività e requisiti per contribuire all'emiratizzazione della forza lavoro per altre. Per molte attività commerciali e di servizio, le restrizioni e le qualifiche esistenti vengono espressamente mantenute.

Allegata la lista* (in inglese) delle attività aperte ad investimenti e requisiti aggiuntivi.

Per richiedere maggiori informazioni potete contattarci via email a d.bellino@diacrongroup.com

*Fonte: Afridi & Angell Legal Consultants

Emirati Arabi – lista delle 122 attività economiche

Emirati Arabi – lista delle 122 attività economiche

Scarica la lista delle attività aperte ad investimenti e requisiti aggiuntivi