4 Maggio 2022

Stabile organizzazione dei dipendenti in smart-working

Source: Diacron USA LLC

I dipendenti che lavorano da remoto possono creare una nuova stabile organizzazione del proprio datore di lavoro. Aziende con lavoratori in smart-working, che operano come se fossero in ufficio, potrebbero ritrovarsi soggette alle normative fiscali di uno Stato diverso dallo Stato di Residenza per la semplice presenza - sufficientemente stabile - di un dipendente in tale territorio.

Stabilire il Nexus dei lavoratori in smart-working potrebbe attrarre una nuova Franchise Tax e i relativi obblighi di inoltrare la dichiarazione fiscale a livello statale ai fini di determinare la ripartizione tra Stati dell’utile netto aziendale.

Un dipendente che opera in una sede di lavoro in uno Stato diverso da quello della sua residenza fiscale, esempio residenza fiscale nel NJ e datore di lavoro a NY, non creerebbe un Nexus per il datore di lavoro in NJ, ma come lavoratore a distanza, il dipendente attribuisce la presenza al datore di lavoro in NJ attraverso lo svolgimento delle proprie mansioni lavorative (es. da casa o tramite business center).

È importante sottolineare che un’azienda può stabilire il Nexus tramite altri meccanismi oltre alla presenza di dipendenti, come proprietà aziendali, merce in magazzini o sulla base delle vendite effettuate nello specifico territorio.

A difesa di una difficile interpretazione del Nexus, la normativa federale Public Law 86-272 impedisce a uno Stato di imporre una nuova imposta sul reddito dell’attività commerciale di un venditore, dipendente di una società non residente in detto Stato, se è limitato alla sollecitazione di ordini per la vendita di beni mobili materiali. Un dipendente che lavora da remoto non è tutelato da questa normativa.

Diacron può effettuare un’analisi sulla situazione della vostra società negli USA per stabilire se ci sono nuovi Nexus e, quindi, effettuare la registrazione nello stato per evitare eventuali sanzioni.

Se siete interessati a tale servizio, o avete dubbi, vi invitiamo a contattare direttamente il nostro consulente, Pietro Farina, al suo indirizzo e-mail: p.farina@diacrongroup.com